Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Stampa

Storia

storia1Per trovare le tracce dei primo gioco simile allo Squash bisogna ritornare agli inizi dell’800 verso la "Fleet Prison" di Londra dove - come descriveva anche Dickens nei sui "Pickwick Papers" - era praticato dai prigionieri per tenersi in forma un gioco molto simile all’attuale Squash chiamato "Rackets". Successivamente intorno al 1822 presso la Harrow School alcuni studenti modificarono la palla per questo gioco rendendolo così fisicamente più intenso ed accrescendo la varietà di colpì possibili. A seguito del rumore che questa nuova pallina produceva sbattendo sui muri il nome venne mutato in "Squash Raquets". Questo nuovo gioco prese piede anche presso altri college in Inghilterra e così nel 1864 - con la costruzione dei primi 4 campi - lo sport fu ufficialmente fondato. Nel 1890 il Duca di Beaufort Eustace Miles fa riferimento allo Squash nel suo libro "The Badminton library of sports and pastimes" e nel 1901 lo stesso scrive il primo libro interamente dedicato allo Squash. La pratica si diffonde, altri campi vengono costruiti presso vari college, università e abitazioni private e nel 1920 in Inghilterra si tiene il primo "Professional Squash Championship" vinto da C.R. Read (Queens Club) su A.W.B. Johnson (Rac Club). E’ l’inizio dì una sempre maggiore diffusione di questo sport dapprima nei territori delle colonie (Egitto, India, Pakistan, Sud Africa, Nuova Zelanda, Australia) fino ad arrivare in Europa nel 1933 (Germania e Paesi Scandinavi) e successivamente nel Nord America (Stati Uniti e Canada). Iniziarono a disputarsi i primi Tornei Internazionali (primo fra tutti il British Open) e si costituirono le prime Federazioni controllate dapprima dalla "Squash Rackets Association" e dalla "United States Squash Rackets Association" che si fusero nel 1967 nella "International Squash Rackets Association (ISFR)" che nel 1993 mutò il nome in "World Squash Federation" che attualmente conta tra le sue fila 138 Federazioni nazionali ed è riconosciuta dall’International Olympic Commiteee (IOC) con cui sta attualmente lavorando al fine di essere finalmente inclusa nel programma dei giochi Olimpici.

Lo Squash in Italia

D. Sisti e S. Rocca (1986)In Italia lo Squash fa il suo esordio ufficiale nel 1976, con l’apertura del « Bologna Squash Center » ad opera di Guerrino Sisti, il quale, fa nascere ed organizza la prima scuola italiana di Squash. Prima di allora esistevano solo due campi, a Milano, che venivano utilizzati dai dipendenti stranieri, della Cucirini Cantoni Coats, che a loro volta avevano costituito il « Milan Squash Giambellino ». Dall’incontro di Guerrino Sisti con il Comm. Aurelio Chiappero prende vita l’Associazione Italiana Badminton Squash (A.I.B.S.), che segna appunto l’unione di Squash e Badminton. E’ il 22 febbraio 1977. Nel dicembre dello stesso anno vengono disputati i Campionati Italiani Assoluti che vedono la partecipazione di società di Milano, di Bologna e di Bergamo. Negli anni successivi questo sport registra un forte incremento di praticanti: si aprono numerosi Clubs e si organizza un’intensa attività agonistica nazionale ed internazionale. Lo Squash diviene indipendente quando, il 23 marzo 1985, si procede alla costituzione della F.I.G.S. (Federazione Italiana Giuoco Squash), che viene riconosciuta dal C.O.N.I. quale disciplina associata sotto il patrocinio della F.I.T.
In data 8 Maggio 2001, la Federazione Italiana Giuoco Squash viene riconosciuta quale Disciplina Associata, con associazione diretta al C.O.N.I.
Il 26 Maggio 2007, il Consiglio Nazionale del C.O.N.I., con voto unanime, ha riconosciuto la Federazione Italiana Giuoco Squash quale Federazione Sportiva Nazionale.