Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Stampa

Riceviamo e pubblichiamo

2020 vignuzziRiceviamo e pubblichiamo il messaggio di saluto che Andrea Goldoni ha voluto per l’amico Roberto.

"Ciao Robby,

tu stesso, fra il serio ed il faceto avresti detto......, "sono sempre i migliori.........", battendo la mano sulla spalla di qualcuno, e anche
stavolta è proprio così, magari sarebbe stata una frase sibillina, detta in un contesto semiserio, perchè le discussioni che nascevano a fine serata, davanti ad una birra o un caffè, dopo una giornata di torneo, erano un insieme di considerazioni assolutamente importanti, miste a prese in giro, scherzi, tormentoni canzonatori.

Quante ne abbiamo passate di serate del genere....., non le saprei contare, estate e inverno, a Riccione, a Milano piuttosto che a Bari, a Bologna o a Cesena, quanti viaggi, quanti chilometri macinati per raggiungere la sede di gara o andare ad una riunione, e soprattutto quanti ritorni da quelle sedi e da quelle riunioni, in mezzo, una pizza o una tagliatella quà e là, lungo la strada; E poi...., fuori a fumare un'altra sigaretta, fino all'ultimo tiro, anche se c'era la bufera.....

Il torneo ahimè è finito, è stata l'ultima designazione......., adesso sei lì, in quel posto del cuore, che ogniuno riserva a quelli che sembra che non ci siano più, e invece ci sono ancora, eccome se ci sono ancora, e ci saranno sempre !

Arrivederci Roberto e grazie di essermi stato amico.

Andrea"